SCINTILLE TRA GRECIA E TURCHIA SUL ‘MARE DEL GAS’

[et_pb_section fb_built=”1″ _builder_version=”3.24.1″ custom_margin=”0px||” custom_padding=”0px||”][et_pb_row _builder_version=”3.25″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat” custom_margin=”0px||” custom_padding=”0px||”][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.25″ custom_padding=”|||” custom_padding__hover=”|||”][et_pb_text _builder_version=”4.1″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat” custom_margin=”0px||” custom_padding=”0px||”] Nonostante le controversie sui reciproci confini marittimi e sullo spazio aereo nel Mar Egeo siano delle costanti nella relazione tra i

DISASTRO AMBIENTALE DI NORIL’SK: LA RUSSIA SI CHIUDE AGLI AIUTI ESTERI

[et_pb_section fb_built=”1″ _builder_version=”3.24.1″ custom_margin=”0px||” custom_padding=”0px||”][et_pb_row _builder_version=”3.25″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat” custom_margin=”0px||” custom_padding=”0px||”][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.25″ custom_padding=”|||” custom_padding__hover=”|||”][et_pb_text _builder_version=”4.1″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat” custom_margin=”0px||” custom_padding=”0px||” hover_enabled=”0″] Dopo il disastro ambientale avvenuto a Norilsk, la Russia passa alla conta dei danni ed all’attuazione delle contromisure. In campo

EST SIRIANO: CONTRASTARE L’ISIS PER CALMARE GLI ANIMI DELLA POPOLAZIONE

[et_pb_section fb_built=”1″ _builder_version=”3.24.1″ custom_margin=”0px||” custom_padding=”0px||”][et_pb_row _builder_version=”3.25″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat” custom_margin=”0px||” custom_padding=”0px||”][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.25″ custom_padding=”|||” custom_padding__hover=”|||”][et_pb_text _builder_version=”4.1″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat” custom_margin=”0px||” custom_padding=”0px||”] Nella giornata di martedì le Forze Democratiche Siriane (FDS), in coordinamento con militari statunitensi, hanno condotto un’operazione denominata “Deterring terrorism” nella

L’INDIA AL BIVIO SULLA STRADA DELLA DEMOCRAZIA SECOLARE

[et_pb_section fb_built=”1″ _builder_version=”3.24.1″ custom_margin=”0px||” custom_padding=”0px||”][et_pb_row _builder_version=”3.25″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat” custom_margin=”0px||” custom_padding=”0px||”][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.25″ custom_padding=”|||” custom_padding__hover=”|||”][et_pb_text _builder_version=”4.1″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat” custom_margin=”0px||” custom_padding=”0px||”] L’attuale traiettoria della politica indiana è pericolosamente simile al primo decennio del Pakistan: l’erosione del pluralismo e secolarismo a favore del

IL RUOLO DI ABU DHABI IN LIBIA TRA INTERESSI NAZIONALI E COMPETIZIONE REGIONALE

[et_pb_section fb_built=”1″ _builder_version=”3.24.1″ custom_margin=”0px||” custom_padding=”0px||”][et_pb_row _builder_version=”3.25″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat” custom_margin=”0px||” custom_padding=”0px||”][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.25″ custom_padding=”|||” custom_padding__hover=”|||”][et_pb_text _builder_version=”4.1″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat” custom_margin=”0px||” custom_padding=”0px||”] Il coinvolgimento di Abu Dhabi nel conflitto libico è funzionale sia agli interessi economici del paese, in quanto gli permette di

Tre anni dopo l’accordo UE-Turchia: Erdogan minaccia di riaprire i confini

[et_pb_section fb_built=”1″ _builder_version=”3.22.3″][et_pb_row _builder_version=”3.22.3″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat”][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.0.47″][et_pb_text _builder_version=”3.0.74″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat”] Nel 2016 il patto tra Bruxelles ed Ankara, che ha previsto l’allocazione di 6 miliardi di fondi europei alla Turchia per il trattenimento delle ondate migratorie provenienti principalmente dalla

23 Agosto: La Battaglia di Cialdiran tra rivalità e simbolismo

Il 23 agosto dell’anno 1514 (919 in ambito islamico) sul campo di Cialdiran (Iran nord – occidentale) due imperi si confrontarono in una battaglia dall’alto valore storico e simbolico. Quel giorno di fronte troviamo due anime all’interno del frastagliato universo islamico, due

Se l'intelligence Turca tratta la Libia come una provincia ottomana…

Gli 007 del Generalissimo libico Haftar denunciano i loro omologhi turchi del MiT (Millî istihbarat teşkilatı) accusandoli di aver piazzato le tende nella capitale del loro paese, Tripoli e usandola come quartier generale per le operazioni nella nazione nordafricana. Accuse che mantengono

Giordania: Tra resilienza e attivismo

Nel contesto multipolare mediorientale la Giordania costituisce ad un oggi un affascinante anomalia. Paese disegnato a tavolino dai desiderata occidentali, quadrante di terra prevalentemente desertica inserita a cuneo all’interno di una realtà costantemente in agitazione è reduce da decenni di travagliata costruzione

NESSUNA OPERAZIONE CONTRO I CURDI. ACCORDO RAGGIUNTO

La Turchia e gli Stati Uniti hanno raggiunto, dopo tre intensi giorni di colloqui, un accordo per la creazione di un'operazione congiunta con base proprio nel Paese di Erdogan. Lo scopo sarà quello di coordinare e gestire una safe-zone nel nord-est siriano,