LA CONTINUA CRISI POLITICA E MILITARE IN LIBANO

Tra economia in declino e crisi governativa, il Libano si trova in una situazione particolarmente difficile, nella quale non si intravedono possibilità di sbocchi positivi. Dalla guerra civile degli anni ’90, il paese mediorientale non riesce a trovare una via di fuga

ARABIA SAUDITA E IRAN CERCANO DI PARLARE

Si assiste a prove di dialogo tra Arabia Saudita ed Iran. Fino a poco tempo fa, ciò sarebbe stato impensabile, ma la de-escalation giova ad entrambi gli attori regionali per meglio perseguire i propri obiettivi

TRA LE SPIRE DI SHAMAL. Focus strategico sull'attacco agli impianti sauditi

[et_pb_section fb_built=”1″ _builder_version=”3.22.3″][et_pb_row _builder_version=”3.22.3″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat”][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.0.47″][et_pb_text _builder_version=”3.0.74″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat”] Conta davvero sapere chi è l’autore? Quali sono le carte di Teheran? Quali sono le opzioni di Stati Uniti e alleati del Golfo? Perché colpire l’Arabia Saudita? Le incertezze

Il Conflitto nello Yemen tra secessionismo e interessi geopolitici

Nella giornata di ieri è giunta la notizia che le forze armate che fanno riferimento al governo, riconosciuto a livello internazionale, del presidente Abd Rabbih Manṣūr Hādī avrebbero riconquistato i punti cardini della strategica città meridionale di Aden. Le forze armate, patrocinate

Oman: la terza via risiede qui!

La terza via di blairiana memoria appare ormai come una scelta politica impolverata e dimenticata della storia. Vi è un posto al mondo, però, dove la terza via dell’Islam è fonte di riforme e capacità diplomatica, dove un Sultano in carica da

Nello Yemen non si smette di "danzare sulla testa dei serpenti"

L’ex presidente yemenita Saleh, ucciso nel 2017 dai ribelli filo-iraniani degli Huthi, aveva ragione quando sosteneva che governare lo Yemen è come “danzare sulla testa dei serpenti”. Nel Paese, la scorsa settimana, si sono verificati degli scontri tra i separatisti del sud

Giordania: Tra resilienza e attivismo

Nel contesto multipolare mediorientale la Giordania costituisce ad un oggi un affascinante anomalia. Paese disegnato a tavolino dai desiderata occidentali, quadrante di terra prevalentemente desertica inserita a cuneo all’interno di una realtà costantemente in agitazione è reduce da decenni di travagliata costruzione