Come si presenta la situazione in Africa? Al momento la situazione pare contenuta considerato il basso numero di positivi al COVID-19. Tuttavia, secondo le indicazioni dell’OMS, l’allerta rimane alta e nei Paesi in cui si sono registrati i primi contagi, come la Repubblica Democratica del Congo, è necessario intervenire immediatamente per tutelare i pazienti già a rischio.

Secondo il rapporto dell’OMS aggiornato all’11 Marzo 2020, i casi risultati positivi al COVID-19 si sono manifestati in:

  • Algeria: 20 casi positivi al COVID-19 (2 giorni dall’ultimo caso rilevato);
  • Sud Africa: 7 casi positivi al COVID-19 (1 giorno dall’ultimo caso rilevato);
  • Senegal: 4 casi positivi al COVID-19 (6 giorni dall’ultimo caso rilevato);
  • Burkina Faso: 2 casi positivi al COVID-19 (ultimo caso rilevato meno di un giorno fa);
  • Camerun: 2 casi positivi al COVID-19 (4 giorni dall’ultimo caso rilevato);
  • Nigeria: 2 casi positivi al COVID-19 (2 giorni dall’ultimo caso rilevato);
  • Repubblica Democratica del Congo: 1 caso positivo al COVID-19 (ultimo caso rilevato meno di un giorno fa);
  • Togo: 1 caso positivo al COVID-19 (4 giorni dall’ultimo caso rilevato).

Nei Paesi africani la situazione resta abbastanza contenuta. Una situazione decisamente diversa rispetto a quella che si sta presentando negli ultimi giorni in Europa e che stiamo vivendo in prima persona. In nessuno dei suddetti Paesi si sono registrati decessi attribuiti al COVID-19. Rispetto alla situazione attuale, tranne che per l’Algeria ed il Camerun, i contagi sono stati causati da una trasmissione del virus avvenuta al di fuori della località segnalata. Ciò significa che il virus è stato importato dall’esterno molto probabilmente dall’Europa o dalla Cina con cui, almeno fino a poco tempo fa si sono mantenuti diversi contatti e traffici diretti.

Nella Repubblica Democratica del Congo il 10 marzo è stato confermato il primo caso di COVID-19. Il paziente risultato positivo al virus è un congolese rientrato nella capitale Kinshasa dalla Francia.

Non bisogna dimenticare che l’intero continente è già attivo nella lotta per combattere l’epidemia da virus Ebola, senza parlare delle altre malattie che ancora oggi provocano alti tassi di mortalità in Africa.

È dunque necessario prendere immediatamente tutte le misure necessarie per prevenire e contenere l’espansione dei contagi affinché la situazione non si trasformi in una emergenza che possa ulteriormente minacciare la salute dei cittadini in molte aree dell’Africa, soprattutto di quelli già a rischio. Questo soprattutto per quelle aree del continente che non possono considerarsi adeguatamente preparati ad affrontare crisi simili a causa di un sistema sanitario non abbastanza efficiente. Al momento non resta che affidarsi completamente alle decisioni delle istituzioni competenti.

Nota:

L’immagine della distribuzione dei casi di Covid-19 aggiornata all’11marzo 2020 è stata presa dal report No 51 – Coronavirus disease 2019 (COVID-19) – World Health Organization https://www.who.int/docs/default-source/coronaviruse/situation-reports/20200311-sitrep-51-covid-19.pdf?sfvrsn=1ba62e57_6.

Fonti:

https://iari.site/coronavirus-mancanza-di-trasparenza-da-parte-dellegitto/ 

https://iari.site/se-il-coronavirus-arriva-in-africa/ 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: