RUSSIA: IL 9 MAGGIO CELA DEI TIMORI PER NUOVI ATTACCHI TERRORISTICI

Il discorso del 9 Maggio del presidente russo Vladimir Putin si è tenuto come da manuale. Al contrario del copione dei servizi segreti occidentali (britannici), che credevano nella possibilità tanto spettacolare quanto decisiva che Putin richiamasse i riservisti, dichiarando così la mobilitazione generale. Niente

TRANSNISTRIA: PREOCCUPAZIONI PER UN NUOVO FRONTE

Negli ultimi giorni una serie di attacchi all’interno della regione moldava separatista della Transnistria aprono a nuovi scenari preoccupanti per gli sviluppi della guerra in Ucraina e per le possibili degenerazioni oltre i suoi confini

TRANSNISTRIA: IL FRONTE CALDO DELLO STATO CHE NON ESISTE

La Transnistria, ufficialmente Repubblica Moldava di Pridniestrov, è uno Stato indipendente non riconosciuto dai Paesi membri dell'ONU, in quanto viene considerato de iure parte della Moldavia. Da qualche giorno il nome di questo piccolo Stato indipendente è tornato alla ribalta in quanto

LA POLITICA DI COERCIZIONE DELLA RUSSIA E L’USO DELLA FORZA

L’invasione dell’Ucraina si configura come un drastico tentativo della Russia di raggiungere i propri obiettivi in termini di sicurezza e di avere la meglio nella disputa decennale con Kiev. Tuttavia, a quasi due mesi dall’inizio dell’invasione, risulta evidente come le misure finora

CRISI UCRAINA: ESISTONO ANCHE DEI CORRESPONSABILI

Vorrei spiegare che riconoscere la responsabilità dei paesi europei, della Nato e degli USA (attualmente in una fase discendente della parabola storica), i quali non hanno manifestato alcuna volontà di ricercare un percorso diplomatico in 8 anni di crisi del Donbass, non

UNA GUERRA IN UCRAINA PUÒ DESTABILIZZARE ANCHE I BALTICI?

La tensione tra Russia e Ucraina aumenta ogni giorno, la diplomazia cerca in tutti i modi di evitare un conflitto che potrebbe avere effetti devastanti. In Ucraina si stanno ammassando uomini e mezzi, armi sempre più potenti che fanno paura. La popolazione

1 2 3 17