NUOVE TENSIONI A EST DELL’EUFRATE

Gli ultimi sviluppi a nord-est della Siria suggeriscono che la strategia di reciproco contenimento adottata nei mesi scorsi da Ankara e Mosca potrebbe non reggere ulteriormente.

LA VENDETTA IRANIANA È UN PIATTO CHE VA SERVITO FREDDO

A un anno dal raid statunitense che ha portato alla morte di Qasim Suleimani e Abu al-Muhandis, la rabbia di Teheran continua a ribollire. Le ultime dichiarazioni dei funzionari della Repubblica Islamica e delle milizie sciite presenti in Iraq parlano chiaro. La

L’UOMO FORTE DELLA CIRENAICA BARCOLLA MA NON MOLLA

Khalifa Haftar ha invitato le sue forze a prendere le armi per scacciare il ‘’colonizzatore ottomano" dalla Libia mentre il ministro della Difesa turco ha dichiarato che le forze dell’Esercito nazione libico (LNA) e i suoi alleati restano ‘’obiettivi legittimi’’. C’è rischio

ASIMMETRIE E DISUGUAGLIANZE NELL’EGITTO RURALE

La liberalizzazione economica e le riforme di decentralizzazione dell’amministrazione locale hanno acuito le disparità tra Alto e Basso Egitto, nonché il fenomeno della povertà rurale. Come e perché queste disuguaglianze sono destinate a permanere?

IL DESTINO INCERTO DELLE RELAZIONI TURCO-IRACHENE

La scorsa settimana il premier iracheno Al-Kadhimi ha incontrato il presidente turco Erdogan. I leader hanno discusso del futuro delle relazioni tra i due paesi, dopo le recenti tensioni in merito alla questione curda e alla gestione delle acque del Tigri.

I TAKFIRI DEL SINAI NON SI FERMANO

I recenti avvenimenti riguardanti la Penisola del Sinai confermano la forte resilienza dei gruppi armati in essa presenti, i quali, nonostante le ingenti operazioni di contrasto, continuano a sferrare attacchi contro ‘’il nuovo faraone dell’Egitto’’

ITALIA E LIBIA ‘’PAESI FRATERNI’’

Il 4 dicembre Italia e Libia hanno firmato un accordo di cooperazione tecnico-militare che, stando alle dichiarazioni del Ministro della Difesa tripolino, si estenderà ben presto a tutti i ‘’paesi fraterni’’ che si sono schierati con il popolo libico.

LA MISTERIOSA MORTE DEL LEADER DI AL-QAEDA

[et_pb_section fb_built=”1″ _builder_version=”3.24.1″ custom_margin=”0px||” custom_padding=”0px||”][et_pb_row _builder_version=”3.25″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat” custom_margin=”0px||” custom_padding=”0px||”][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.25″ custom_padding=”|||” custom_padding__hover=”|||”][et_pb_text _builder_version=”4.5.4″ _module_preset=”default” hover_enabled=”0″] Secondo quanto riportato da media medio-orientali, Al-Zawahiri, il leader di Al-Qaeda, è morto questo mese per cause naturali. Cosa rappresenta la notizia del suo

QATAR, SPONSOR DEL TERRORE O RIVALE REGIONALE?

[et_pb_section fb_built=”1″ _builder_version=”3.24.1″ custom_margin=”0px||” custom_padding=”0px||”][et_pb_row _builder_version=”3.25″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat” custom_margin=”0px||” custom_padding=”0px||”][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.25″ custom_padding=”|||” custom_padding__hover=”|||”][et_pb_text _builder_version=”4.5.4″ hover_enabled=”0″] Una nuova azione legale pende sullo stato del Qatar, che lo vede imputato per aver finanziato il gruppo terroristico Jabhat Al-Nusra. [/et_pb_text][et_pb_code _builder_version=”4.5.4″] style=”display:block; text-align:center;”

1 2 3 5