IMPERIALISMO (STATUNITENSE): STILL A THING?

Nicaragua v. U.S.A. è uno dei casi cardine del diritto internazionale e ci offre lo spunto per parlare di imperialismo, portato avanti, in particolare dagli Stati Uniti, in quella che è diventata la sua accezione più moderna.

L’ARBITRATO WORLD DUTY FREE V. KENYA

Il tribunale arbitrale respingendo le istanze di World Duty Free per violazione di un contratto ottenuto grazie al pagamento di una tangente di 2 milioni di dollari, ha stabilito di non poter accogliere una richiesta basata sulla corruzione, in quanto ciò violerebbe

GIURISDIZIONE E AMMISSIBILITÀ NEI PROCEDIMENTI INTERNAZIONALI

Giurisdizione e ammissibilità costituiscono questioni preliminari fondamentali per il giudizio internazionale, in quanto aprono al merito del contenzioso. Tuttavia, la distinzione tra i due concetti è un problema che emerge regolarmente nella prassi e persiste nonostante i tentativi dottrinali di risolverlo.

IL CASO “JADHAV” (INDIA VS PAKISTAN)

L’8 maggio 2017 l’India, innanzi alla Corte Internazionale di Giustizia, accusava il Pakistan, di gravi violazioni della Convenzione di Vienna del 1963 sulle relazioni consolari.

YUKOS: L’ARBITRATO PIÙ COSTOSO DI SEMPRE

L’arbitrato Yukos verrà certamente ricordato come uno dei più costosi arbitrati della storia. Il caso si è concluso con un lodo che ha accordato una compensazione pari a circa 50 miliardi di dollari a favore degli investitori ricorrenti e a carico del

LA CORRUZIONE E L’ARBITRATO SUGLI INVESTIMENTI

Il divieto di corruzione è stato riconosciuto come una regola fondamentale dalla stragrande maggioranza degli ordinamenti giuridici nazionali e da diverse convenzioni internazionali. La crescente consapevolezza degli effetti negativi della corruzione sulla crescita economica globale ha reso la questione un punto focale

LA DIFESA “CLEAN HANDS” E L'ARBITRATO SUGLI INVESTIMENTI

Gli investimenti esteri giocano un ruolo fondamentale nel progresso dell’economia mondiale. I flussi globali di investimenti nel 2018 sono stati pari a 1,43 trilioni di dollari. Gli investitori stranieri desiderano garantire che i loro investimenti siano al sicuro nel paese ospitante per