L’INSTABILITÀ POLITICA CONTINUA A TENERE IN STALLO LA BULGARIA

Il presidente Radev ha fissato nuove elezioni per il prossimo 14 novembre, le terze dell’anno, dal momento che Sofia non sembra riuscire a superare la propria crisi politica. La situazione parrebbe aggravata dalla mancanza di fiducia nelle istituzioni da parte della popolazione

KOSOVO E SERBIA DI NUOVO IN ‘GUERRA’?

Dallo scorso 20 settembre i rapporti tra Kosovo e Serbia sono sempre più tesi: dopo la scelta di Pristina di non accordare più l’ingresso alle automobili con targa serba nei propri territori, Belgrado si è dichiarata pronta ad intervenire – anche militarmente

LA KOSOVO FORCE È ANCORA UN’OPPORTUNITÀ PER LA NATO

Con il ritiro delle truppe occidentali dall’Afghanistan, la Kosovo Force (KFOR) è diventata la più grande operazione della NATO, con un numero di Paesi partecipanti in continua crescita; tra questi, i Balcani occidentali cercano di assicurarsi la stabilità dell’area, nella speranza di aumentare il

I BALCANI E LA QUESTIONE AFGHANA: UNA CARTA DA GIOCARE

La crisi afghana tocca da vicino anche i Balcani, che possono sfruttare la situazione per stringere accordi e affermarsi a livello internazionale. Tuttavia, non è da escludere che la questione potrebbe dar vita a numerose criticità nel breve e nel lungo periodo

ELEZIONI MOLDAVE: È TEMPO DI UNIONE EUROPEA?

Il Partidul Acțiune și Solidaritate ha vinto le elezioni parlamentari in Moldova, confermando la fiducia della popolazione nella Presidente della Repubblica Maia Sandu e avvicinando ulteriormente il Paese all’Unione Europea. Ciò nondimeno, lo storico rapporto che lega Chişinău alla Russia non può essere

BULGARIA E MACEDONIA DEL NORD TORNANO A PARLARSI

In vista della riunione del Consiglio Affari generali dell’Unione Europea il prossimo 22 giugno e del vertice del Consiglio europeo il 24 e il 25 giugno, una delegazione macedone si è recata a Sofia per cercare di appianare i problemi creatisi con

UNIONE EUROPEA E BALCANI OCCIDENTALI: UNA FATICA DEGNO DI SISIFO

L’ultima settimana di aprile ha visto l’ennesimo incontro tra i rappresentanti dei Balcani occidentali e le Alte figure dell’Unione Europea in un rilancio di intenti e promesse che dovrebbe rinsaldare i rapporti, nella speranza che – prima o poi – la cosiddetta

1 2 3