LA CANCEL CULTURE CINESE

In Cina è in aumento la cultura dell'annullamento o cancel culture, il fenomeno della promozione della "cancellazione" di persone o marchi. La pratica è apparentemente sempre più impiegata per rafforzare le posizioni nazionalistiche da parte del governo centrale e dei cittadini cinesi

SI PUÒ FAR A MENO DELLA CINA?

Il meeting tra Cina e Stati Uniti tenutosi ad Anchorage, in Alaska, avrebbe dovuto ridurre le tensioni tra i due paesi. In realtà, ha ulteriormente alimentato la profonda spaccatura tra occidente e oriente. Ma perché è impossibile escludere la Cina dalla comunità

FEARS AND HOPES IN THE NEW SINO-AMERICAN RELATIONS

The 20th of January formally marks the beginning of Biden’s administration, which many experts depict as a turning point for the United States and a clear-cut with Trump’s isolationism in the international arena.

VACCINO MADE IN CHINA: TRA DUBBI E INCERTEZZE

La crescita di casi di COVID-19 nella capitale cinese sta causando enormi ritardi nella consegna del vaccino di Sinovac a paesi terzi quali la Turchia, cui primo carico sarebbe dovuto arrivare ad Ankara il 28 dicembre. Lo stato di emergenza che inversa

CAMBOGIA TRA PECHINO E OCCIDENTE

La Cambogia acquisirà circa 1 milione di dosi per il primo round di vaccinazioni che dovrebbe aver luogo a partire da gennaio 2021. Il Primo Ministro Cambogiano Hun Sen prenderà parte all’iniziativa COVAX promossa dalle Nazioni Unite, discreditando il vaccino cinese di

UNDERSTANDING CHINA: ECOLOGICAL CIVILIZATION

  China’s attitude regarding environmental issues and climate change has always been questioned by the international community and scholars. Since China opened up to the world’s economy during the ‘80s, it has mainly followed a path of “getting rich first, clean later”.

TOKYO, CANBERRA E LA POLITICA DI CONTENIMENTO CINESE

[et_pb_section fb_built=”1″ _builder_version=”3.24.1″ custom_margin=”0px||” custom_padding=”0px||”][et_pb_row _builder_version=”3.25″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat” custom_margin=”0px||” custom_padding=”0px||”][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.25″ custom_padding=”|||” custom_padding__hover=”|||”][et_pb_text _builder_version=”4.5.4″ _module_preset=”default”] Il 17 novembre, Giappone e Australia hanno raggiunto un accordo militare che si one l’obiettivo di bilanciare l’influenza cinese nell’area Indo-Pacifica, e di incrementare al

EXPORT CONTROL LAW: LA RISPOSTA CINESE AI DAZI AMERICANI

[et_pb_section fb_built=”1″ _builder_version=”3.24.1″ custom_margin=”0px||” custom_padding=”0px||”][et_pb_row _builder_version=”3.25″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat” custom_margin=”0px||” custom_padding=”0px||”][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.25″ custom_padding=”|||” custom_padding__hover=”|||”][et_pb_text _builder_version=”4.5.4″] Il 17 ottobre Pechino ha approvato la legge sul controllo dell’export (export control law). La legge limiterà le esportazioni di prodotti militari e tecnologici al fine