XI E BIDEN AL G20

2 mins read

Oggi, 14 novembre, Xi Jinping ha incontrato il Presidente degli Stati Uniti Joe Biden in occasione del G20 a Bali. Si tratta del primo incontro faccia a faccia tra i due leader mondiali da quando Biden è alla Casa Bianca.

Gli obiettivi principali di questo incontro sono principalmente due: il primo obiettivo riguarda la discussione riguardo agli sforzi per mantenere e approfondire le linee di comunicazione tra la Repubblica Popolare Cinese e gli Stati Uniti, per «gestire responsabilmente la competizione e per collaborare laddove gli interessi di entrambe le potenze si allineano, in particolare sulle sfide transnazionali che interessano la comunità internazionale, oltre a parlare anche di una serie di questioni regionali e globali».

Per quanto concerne il secondo obiettivo, si tratta di comprendere e approfondire le priorità «e le intenzioni reciproche, ove possibile, con l’obiettivo di ridurre i malintesi e le percezioni errate». 

Gli argomenti su cui verterà quest’incontro saranno focalizzati sulla questione Taiwan e sulla questione Corea del Nord, fino alla guerra in Ucraina. Non si nutrono grandi aspettative per quest’incontro: con molta probabilità, Biden rassicurerà Xi che gli Stati Uniti non intendono sostenere l’indipendenza di Taiwan e che la policy di Washington riguardo all’isola non è cambiata, ma si presuppone che, dinnanzi a queste dichiarazioni, il Segretario generale del Partito Comunista assumerà un atteggiamento scettico.

Nonostante tutto, questo incontro potrebbe anche aprire nuovi canali di comunicazione tra le due potenze globali, sanando almeno in parte la situazione che si è creata con la visita di Nancy Pelosi a Taiwan ad agosto. Dopo quell’evento, il governo di Pechino ha tagliato ben tre canali comunicativi e ha sospeso la propria cooperazione con gli Stati Uniti riguardo a molti temi, soprattutto il cambiamento climatico.

 Il G20 potrebbe attenuare il clima di fortissima ostilità attualmente presente.

Nata sotto il segno del Toro, è barlettana di origine ma romana di adozione. Dopo aver acquisito il diploma di laurea triennale in Mediazione Linguistica alla SSML “Carlo Bo” di Bari, nel 2020 ha conseguito la laurea magistrale in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all’Università degli Studi Internazionali di Roma con una tesi in geopolitica, incentrata sul profilo identitario di Hong Kong e sul ruolo che ricopre nel rapporto antagonistico tra Cina e Stati Uniti.
Appassionata di Estremo Oriente da tempo immemore, dal 2019 studia il cinese e si interessa alla strategia di ascesa politica ed economica della Cina a livello internazionale e alle dinamiche di potere che intrattiene con le altre nazioni; un giorno, spera di riuscire a metterci piede fisicamente. Incuriosita dall’ambiente giovanile, stimolante e professionale dello IARI, è entrata a farne parte nell’aprile del 2021 in qualità di membro della redazione “Asia e Oceania”.

Latest from ASIA E OCEANIA