XI JINPING INCONTRA OLAF SCHOLZ 

2 mins read

La mattina del 4 novembre 2022, il presidente cinese Xi Jinping ha incontrato a Pechino il cancelliere della Repubblica Federale tedesca Olaf Scholz. Stando all’emittente statale CCTV, Xi ha affermato che, in qualità di nazioni con grande influenza, Cina e Germania dovrebbero collaborare ancora di più per il «bene della pace nel mondo».

La mattina del 4 novembre 2022, il presidente cinese Xi Jinping ha incontrato il cancelliere tedesco Olaf Scholz nel Palazzo dell’Assemblea Nazionale dei Rappresentanti del Popolo, situato a Piazza Tienanmen. Si tratta di un evento che ha dello straordinario: era da tre anni, infatti, che un rappresentante di un paese membro del G7 non si recava in Cina. Durante l’incontro, sono stati discussi diversi temi chiave: dalla guerra in Ucraina alla cooperazione tra i due Paesi, dalla questione Taiwan alla minaccia nucleare. Prima fra tutti è stata poi evidenziata la necessità di una maggiore cooperazione tra Cina e Germania in “tempi di cambiamenti e caos” ed in un contesto internazionale “mutevole”.

Inoltre, stando all’emittente statale CCTV, Xi ha affermato che, in qualità di nazioni con grande influenza, Cina e Germania dovrebbero collaborare ancora di più per raggiungere il «bene della pace nel mondo» e che l’Europa è un partner strategico di gran rilievo per la Cina, per cui quest’ultima ne sostiene l’autonomia strategica sperando di vederla stabile e prospera.

Scholz ha richiesto al leader supremo di esercitare «la sua influenza sulla Russia» per porre fine alla «guerra di aggressione» ai danni dell’UcrainaIl cancelliere ha quindi sostenuto che con Xi discuteranno delle relazioni tra Europa e Cina, dei cambiamenti climatici, della fame nel mondo e di come sviluppare i legami economici tra Cina e Germania, nonché di argomenti su cui i due Paesi hanno una visione diversa. Inoltre, sia Xi che Scholz si sono detti contrari all’uso del nucleare.

Nata sotto il segno del Toro, è barlettana di origine ma romana di adozione. Dopo aver acquisito il diploma di laurea triennale in Mediazione Linguistica alla SSML “Carlo Bo” di Bari, nel 2020 ha conseguito la laurea magistrale in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all’Università degli Studi Internazionali di Roma con una tesi in geopolitica, incentrata sul profilo identitario di Hong Kong e sul ruolo che ricopre nel rapporto antagonistico tra Cina e Stati Uniti.
Appassionata di Estremo Oriente da tempo immemore, dal 2019 studia il cinese e si interessa alla strategia di ascesa politica ed economica della Cina a livello internazionale e alle dinamiche di potere che intrattiene con le altre nazioni; un giorno, spera di riuscire a metterci piede fisicamente. Incuriosita dall’ambiente giovanile, stimolante e professionale dello IARI, è entrata a farne parte nell’aprile del 2021 in qualità di membro della redazione “Asia e Oceania”.

Latest from ASIA E OCEANIA