IL LEGAME TRA JIHADISMO ED ESTREMISMO DI DESTRA VIOLENTO 

5 mins read
Fonte: https://www.telegraph.co.uk/news/2017/09/07/calls-white-jihad-show-terrifyingly-intertwined-islamists-far/

La convergenza tra due tipi di terrorismo distinti e con diverse caratteristiche, come il Jihadismo e l’estremismo di destra violento, potrebbe dar vita a una nuova tipologia di minaccia.

Jihadismo

Gli attentati perpetrati nei confronti della rivista satirica di Charlie Hebdo, al locale del Bataclan, a Nizza ma anche a Berlino ai mercatini di Natale sono episodi che hanno profondamente segnato la concezione di sicurezza e di spensieratezza che esisteva in Europa fino a quel momento. Attacchi improvvisi, violenti e che mirano a causare il più alto numeri di vittime, queste sono le caratteristiche principali degli attacchi portati a termine da gruppi Jihadisti o da lupi solitari riconducibili a quella matrice di terrorismo. 

Negli ultimi anni i vari paesi europei, anche se colpiti dall’odio Jihadista, si sono mostrati resilienti e pronti ad adottare misure di antiterrorismo per proteggere la propria popolazione, al fine di contrastare i diversi tentativi di attentato e salvaguardare la sicurezza nazionale. 

L’estremismo di destra violento

Tuttavia, se negli anni dal 2015 al 2018 la minaccia numero uno per la sicurezza e l’incolumità dei vari paesi, a livello mondiale, era sicuramente rappresentata dall’Isis, Boko Haram e Al-Shabaab, negli ultimi anni la minaccia più grande è un altro tipo di terrorismo, quello dell’estremismo di destra violento. Il Far-right non viene ancora considerato come una forma di terrorismo in modo uniforme a livello globale ma, specialmente con la presindeza Trump in America e gli episodi avvenuti a Washington D.C. con l’attacco a Capitol Hill, la concezione che si aveva globalmente dell’estremismo di destra è mutata, facendo cadere il velo di giustificazioni che sostenevano che il Far-right è solo una “ragazzata” ad opera di ragazzetti. Con Capitol Hill il mondo assiste ufficialmente allo svelamento del vero volto dell’estremismo di destra violento.[1]

Capitol Hill è stato un fallimento per quanto riguarda la comprensione e la contestualizzazione della minaccia, nonostante ci fossero a disposizione strumenti ed insights che, se adottati, avrebbero sicuramente limitato i danni causati da quell’episodio.

Tuttavia, Capitol Hill è stata una tappa fondamentale per la diffusione della propaganda estremista e la sua affermazione nel panorama mondiale: il Far-right era in prima pagina in quasi in tutto il mondo ed è stato uno degli argomenti più discussi sia in radio, sui giornali, che in televisione.

La convergenza

Conoscendo quindi le potenzialità letali di questi due tipi di terrorismo, è particolarmente importante che i vari paesi, non solo occidentali, mantengano alto il livello di allerta e di monitoraggio della situazione, anche di entrambe le minacce nello stesso momento. Infatti ormai dal 2013, il terrorismo di matrice islamica e quello di matrice di destra si incontrano nel “white Jihadism”, termine usato da Ben Raymond e Alex Davies, i due co-fondatori inglesi del gruppo neonazista chiamto National Action. Questo gruppo, che sosteneva retoriche anti-immigrazione e antisemitiche estreme, si poneva l’obiettivo di risultare più organizzato e disciplinato rispetto ad altri gruppi neonazisti inglesi. Questo obiettivo viene a mancare quando Raymond e Davies cominciano a creare un nuovo gruppo neonazista con inclinazioni sataniche e che pratica l’abuso sessuale sia sulle donne che sui minori. Il white Jihadism comincia a diventare quindi il nuovo progetto dei due neonazisti che sono interessati a conuigare elementi del Jihadismo, come la lotta alle fedi giudaico-cristiane, con elementi dell’estremismo di destra violento, come la realizzazione di una società distopica governata da uomini bianchi


[1] Già durante le manifestazioni di Charlottesville i membri di diversi gruppi Far-right avevano dimostrato quanto fossero reali e violente le loro intenzioni, ma nel 2017, quando sono avvenute queste rivolte, l’estremismo di destra violento non aveva ancora la stessa potenza attrattiva di adesso.

Caterina Anni è laureata in Sicurezza Internazionale con una specializzazione in Analisi e Intelligence. Si avvicina allo studio dei gruppi estremisti Far- right con l'internship presso The Counterterrorism Group di Washingon D.C., con cui collabora per 7 mesi. Scrive per Analytica for Intelligence and security studies e lo IARI per l'area di Difesa e Sicurezza.

Latest from DIFESA E SICUREZZA