DIFESA: ISRAELE E GRECIA FIRMANO UN ACCORDO DA 1,65 MILIARDI DI DOLLARI

Credits: https://twitter.com/Israel_MOD/status/1383672786133028869/photo/2

L’accordo rafforzerebbe la cooperazione militare, economica e politica tra i due Paesi, ma anche il ruolo di Israele nello scacchiere mediterraneo

Il Ministero della Difesa israeliano, lo scorso fine settimana, ha annunciato la firma di un accordo di cooperazione militare con la Grecia del valore di 1,65 miliardi di dollari, definendolo come il più grande accordo mai siglato tra i due Stati in campo militare. L’accordo prevede la realizzazione e la messa a regime di un centro di addestramento per i piloti dell’Aeronautica Ellenica, da sviluppare sul modello dell’Accademia di volo israeliana.

Il centro sarà equipaggiato con 10 velivoli da addestramento M-346, prodotti dall’azienda italiana Leonardo. La società israeliana incaricata di curare i lavori è la Elbit Systems, che si occuperà anche della fornitura di kit per l’aggiornamento e l’utilizzo degli aerei T-6 greci, oltre che della fornitura di servizi di addestramento e supporto logistico. La durata del contratto è di 22 anni.

Il ministro della Difesa israeliano, Benny Gantz, commentando l’accordo e dunque il programma di cooperazione militare, ha dichiarato: “Sono certo che migliorerà le capacità e rafforzerà le economie di Israele e Grecia e quindi la partnership tra i nostri due paesi si approfondirà sul piano della difesa, dell’economia e della politica”.

L’accordo tra Israele e Grecia, infatti, fortifica ulteriormente le relazioni bilaterali tra Tel Aviv e Atene, che già cooperano in diversi settori, primo fra tutti quello energetico, condividendo interessi economici e geostrategici. L’accordo, tuttavia, non rafforza solo la cooperazione militare tra i due partner, ma anche il ruolo di Tel Aviv nello scacchiere mediterraneo e nel Vicino Oriente. 

L’accordo siglato con Atene, dunque, può essere considerato come uno strumento di diplomazia militare attraverso cui Israele intende rimarcare la propria autorevolezza in campo militare e contribuire al potenziamento degli apparati difesivi dei suoi partner. Alleati più forti, infatti, contribuiscono in maniera più efficace al mantenimento della stabilità dell’area, consentendo a Israele di tutelare i propri interessi geopolitici.

A tal proposito, è opportuno ricordare che Israele, Grecia e Cipro, nel 2020, hanno siglato l’accordo per la realizzazione del gasdotto EastMed – progetto da cui la Turchia è esclusa – che consentirebbe di trasportare in Europa il gas dei giacimenti israeliani nel Mediterraneo orientale. Da questo punto di vista, lo sviluppo di sistemi di difesa condivisi consentirebbe una migliore collaborazione militare, economica e strategica. 

L’annuncio dell’accordo arriva a pochi giorni dall’incontro svoltosi a Cipro tra i ministri degli Esteri di Israele, Grecia, Cipro ed Emirati Arabi Uniti, che hanno concordato di approfondire la cooperazione tra i Paesi, anche in materia di sicurezza, a riprova del fatto che la cooperazione geostrategica rappresenta un elemento fondamentale e di interesse comune per i partner dell’area. 

Vanessa Ioannou

Sono Vanessa Ioannou, classe 1990, analista IARI per l’Europa. Dopo la laurea magistrale in Studi internazionali, conseguita presso l'Università "L'Orientale" di Napoli con una tesi in Relazioni esterne dell'UE, ho lavorato presso una redazione giornalistica, occupandomi di Politica e Esteri, e in seguito ho intrapreso il mio percorso professionale da consulente.
Per lo IARI mi occupo di Europa ed in particolare di Affari europei ed Euro-Mediterraneo. Sono profondamente convinta che per comprendere la realtà che ci circonda sia necessario contestualizzare i fenomeni geopolitici, che non sono mai isolati, ma sempre interconnessi tra loro. Collaborare con lo IARI significa contribuire all’analisi di temi nazionali ed internazionali in un ambiente professionale, giovane e stimolante e mi dà la possibilità di coniugare i miei più grandi interessi: la scrittura e la politica internazionale.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from EUROPA