AMERICA LATINA E L’AGENDA 2030 PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE

I Paesi dell’America Latina e Caraibi hanno riaffermato il loro impegno nell’implementazione dell’Agenda 2030 dell’ONU in occasione del Forum sullo sviluppo sostenibile 2021.

A marzo si è svolta la quarta riunione del Forum dei Paesi dell’America Latina e dei Caraibi sullo sviluppo sostenibile 2021, un’occasione in cui i rappresentanti dei governi dei 33 paesi della regione latinoamericana, agenzie ONU, organizzazioni intergovernative e finanziarie, esponenti del settore privato, accademico e civile, parlamenti e autorità locali hanno voluto riaffermare il loro impegno nell’implementazione dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile. Un impegno per promuovere un futuro migliore e per affrontare le difficoltà che la crisi della pandemia di nuovo coronavirus ha causato nella regione, secondo quanto riporta la CEPAL.

Nel Forum la regione latinoamericana ha voluto per ribadire il suo impegno per l’unità, cooperazione, multilateralismo e per promuovere un recupero trasformatore, requisiti chiave per implementare l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo Sviluppo Sostenibile, oltre a sottolineare la necessità di costruire delle società che siano giuste e sostenibili.

La Segretaria della CEPAL, Bárcena ha sostenuto come ‘sia necessario andare avanti verso un diverso futuro per l’America Latina e Caraibi.

La regione latinoamericana non può andare avanti tollerando l’ingiustizia strutturale che la caratterizza, deve porre fine alla cultura del privilegio, alle disuguaglianze e sradicare la povertà in tutte le sue forme. La priorità per la regione deve essere la costruzione di un futuro con pieni diritti e protezione sociale universale’. 

Un futuro più sostenibile per l’America Latina e i Caraibi?

Secondo quanto riporta il documento approvato a fine Forum, che racchiude ben 94 conclusioni e raccomandazioni, la regione latinoamericana esorta la comunità internazionale nell’analizzare tutte le sfide che non hanno ancora permesso il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030.

In particolare è stato ribadito come il multilateralismo, la cooperazione internazionale e la solidarietà siano elementi fondamentali per implementare l’Agenda 2030, per costruire un futuro più giusto, resiliente e sostenibile. Dal 2020 è possibile monitorare i progressi (e necessità) dei paesi dell’America Latina e Caraibi nell’implementazione dell’Agenda 2030, e dunque nel raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile grazie alla Piattaforma regionale online (SGD Gateway) sviluppata dalla CEPAL insieme ad agenzie, fondi e programmi delle Nazioni Unite. 

Nicole Bruttomesso

Nicole Bruttomesso è analista e membro della redazione geopolitica dello IARI, scrive per la sezione “America Latina” occupandosi principalmente di geopolitica sudamericana.

Nicole Bruttomesso is an Italian political analyst and member of the editorial staff of the Institute of International Relations Analysis (IARI). She writes for the Latin American section, focusing mainly on South American geopolitics.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from AMERICA LATINA