ARGENTINA RAFFORZA LA PRESSIONE INTERNAZIONALE PER LE ISOLE MALVINE

L’Argentina auspica che l’Assemblea Generale dell’ONU del 2022 possa finalmente condannare ‘l’usurpazione’ dell’arcipelago delle Malvine (Isole Falkland) da parte del governo britannico

Il Presidente dell’Argentina Alberto Fernández ha ribadito a gran voce durante il suo discorso di apertura della sessione ordinaria del Congresso argentino che l’arcipelago delle Isole Malvine (Falkland) era, è e sarà sempre dell’Argentina e ha proposto un incontro bilaterale con il governo britannico per risolvere definitivamente la questione. ‘Nel XXI non c’è spazio per il colonialismo’ ha affermato il leader argentino, sottolineando l’unità e volontà del paese nel voler risolvere definitivamente la questione della legittima sovranità dell’arcipelago e proponendo una riapertura del dialogo con il Regno Unito.

Il Presidente Fernández sta progressivamente rafforzando la pressione in ambito internazionale sul governo britannico affinché lo stesso decida riaprire le consultazioni con la Casa Rosada, e si pone come obiettivo quello di riuscire, durante l’Assemblea Generale dell’ONU prevista per il 2022, a strappare una condanna al Regno Unito per ‘l’usurpazione’ dell’arcipelago delle Isole Malvine (Falkland). Secondo quanto riporta Daniel Filmus, titolare dell’Osservatorio delle Isole Malvine (Falkland) sul giornale La Nación, il tema della sovranità dell’arcipelago continua ad essere un tema centrale delle relazioni bilaterali tra il paese sudamericano e il governo britannico.

Una questione che vede il nuovo governo di Fernández più proattivo (e forse più interessato) rispetto all’ex gestione del Presidente Macri. Infatti in quest’ultimo anno il governo di Fernández, tra i vari provvedimenti, ha per esempio sospeso la diffusione di informazioni in materia di pesca al Regno Unito sostenendo che le stesse potessero favorire la pesca illegale e le concessioni, da parte della Gran Bretagna, di permessi di pesca a pescherecci spagnoli, sud coreani e di Taiwan nelle acque dell’oceano atlantico.

A livello internazionale, gli enti che al giorno d’oggi condannano il Regno Unito per non voler riprendere il dialogo bilaterale con l’Argentina per le Isole Malvine (Falkland) sono il Gruppo dei 77 (Organizzazione intergovernativa dell’ONU formata da 134 paesi, la maggior parte di essi in via di sviluppo), il Mercosur, la CELAC (Comunità di Stati Latinoamericani e Caraibici), l’UNASUR (Unione delle Nazioni Sudamericane), il Comitato di decolonizzazione dell’ONU e il SICA (Sistema di Integrazione Centroamericana).

Nicole Bruttomesso

Nicole Bruttomesso è analista e membro della redazione geopolitica dello IARI, scrive per la sezione “America Latina” occupandosi principalmente di geopolitica sudamericana.

Nicole Bruttomesso is an Italian political analyst and member of the editorial staff of the Institute of International Relations Analysis (IARI). She writes for the Latin American section, focusing mainly on South American geopolitics.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from AMERICA LATINA