FACE TO FACE: BOLSONARO VS FERNÁNDEZ

Il Presidente del Brasile Jair Bolsonaro e dell’Argentina Alberto Fernández si sono riuniti virtualmente per il loro primo incontro bilaterale dopo l’elezione del leader della Casa Rosada.

Il Presidente del Brasile Jair Messias Bolsonaro ed il Presidente dell’Argentina Alberto Fernández si sono riuniti per la prima volta in videoconferenza, la scorsa settimana, per il loro primo incontro bilaterale dall’elezione del leader argentino ad ottobre 2019. La riunione si è svolta nel giorno dell’amicizia (Dia da Amizade) tra Brasile e Argentina, che si celebra ogni 30 novembre dal 1985, una giornata che ricorda l’incontro a Foz de Iguaçu (Brasile) tra l’allora Presidente brasiliano José Sarney e l’argentino Raúl Afonsín, in cui si sono poste le basi per un’integrazione economica e politica tra Paesi sudamericani che si sarebbe in seguito tramutata nel Mercosur (Mercato comune del Sud). All’incontro virtuale hanno partecipato anche i rispettivi Ministri degli Esteri del Brasile Ernesto Araújo e dell’Argentina Felipe Solá. 

Affinità vs divergenze tra l’agenda brasiliana ed argentina

Dall’incontro virtuale bilaterale tra i due Paesi sudamericani si è potuto notare come da entrambe le parti si sia voluta porre l’attenzione solo sui temi di interesse comune tra i due Paesi, tralasciando le molteplici divergenze di opinioni che sono state oggetto di scontro dall’arrivo alla Casa Rosada del Presidente Fernández nell’ottobre scorso (crisi in Venezuela, Accordo di Parigi, ruolo dell’OSA etc.). Dal lato argentino il Presidente di sinistra Fernández, che si appresta ad assumere la leadership del Mercosur, si è mostrato propenso a ‘lasciare le differenze nel passato e affrontare il futuro con strumenti che possano funzionare per il bene comune’, sottolineando l’importanza del Mercosur e la cooperazione bilaterale in materia ambientale, sicurezza e difesa con il vicino Brasile. 

Dal lato brasiliano, anche Bolsonaro ha voluto porre l’accento sul ruolo fondamentale del Mercosur, che per il leader di destra si basa in prima istanza sull’armonia tra Brasile ed Argentina, sottolineando la necessità di ‘sburocratizzare’ al più presto il blocco sudamericano. Il Presidente del Brasile ha citato inoltre l’importanza dell’integrazione e buoni rapporti tra le forze armate dei due paesi sudamericani, in particolare nella lotta alla criminalità organizzata e al narcotraffico e il bisogno di portare avanti una mutua cooperazione anche in materia di turismo e ambiente. Con l’arrivo del nuovo anno le priorità della Casa Rosada sembrano essere dunque rivolte verso la realizzazione di una rinnovata leadership geopolitica, che si basa su necessarie cordiali relazioni diplomatiche con i paesi vicini, in particolare con l’Uruguay di Lacalle Pou e il Brasile di Bolsonaro, con il Mercosur che ne riveste un ruolo chiave, oltre al potenziamento delle relazioni internazionali con l’Unione Europea (accordo UE-Mercosur) e con la nuova amministrazione USA guidata da Joe Biden. 

Nicole Bruttomesso

Nicole Bruttomesso è analista e membro della redazione geopolitica dello IARI, scrive per la sezione “America Latina” occupandosi principalmente di geopolitica sudamericana.

Nicole Bruttomesso is an Italian political analyst and member of the editorial staff of the Institute of International Relations Analysis (IARI). She writes for the Latin American section, focusing mainly on South American geopolitics.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from AMERICA LATINA