ELEZIONI IN BELIZE TRA CORONAVIRUS E CRISI ECONOMICA

[et_pb_section fb_built=”1″ _builder_version=”3.24.1″ custom_margin=”0px||” custom_padding=”0px||”][et_pb_row _builder_version=”3.25″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat” custom_margin=”0px||” custom_padding=”0px||”][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.25″ custom_padding=”|||” custom_padding__hover=”|||”][et_pb_text _builder_version=”4.5.4″ hover_enabled=”0″]

Nella giornata di ieri si sono svolte in Belize le elecciones finalizzate ad eleggere la nuova Camera dei Rappresentati ed il nuovo Primo Ministro.

[/et_pb_text][et_pb_code _builder_version=”4.5.4″] style=”display:block; text-align:center;” data-ad-layout=”in-article” data-ad-format=”fluid” data-ad-client=”ca-pub-7315138348687543″ data-ad-slot=”8401026869″>[/et_pb_code][et_pb_text _builder_version=”4.5.4″ hover_enabled=”0″]

Il Belize è uno Stato dell’America centrale, indipendente solo dal 1981 e retto da una monarchia parlamentare. Sebbene, facendo parte del Commonwealth, il Capo di Stato de iure è la Regina Elisabetta II – rappresentata nel Paese da un Governatore generale – dal momento dell’indipendenza in poi, il Paese ha sempre rispettato una tradizione politica profondamente bipartitica attraverso un’alternanza tra il Partido Popular Unido (UPP) e il Partito Democrático Unido (UDP).

Quest’anno, a sfidarsi alle urne sono stati Patrick Faberm, segretario dell’UDP e l’avversario di centro sinistra Johnny Briceno, del PUP. La consultazione elettorale, svoltasi nel rispetto di tutte le misure precauzionali previste dalla lotta al Covid 19, ha consegnato la vittoria a Briceno del Partito Popolare, ovvero il partito d’opposizione. Dopo un’amministrazione UDP nel 1984, infatti, il Paese è stato governato dal 1989 al 2003 dal Partido Popular il quale però, si è visto relegato ai banchi dell’opposizione per i successivi 12 anni, periodo in cui il Paese è stato governato da Dean Barrow del Partito Democratico (dal 2008 al 2020). Solo a febbraio di quest’anno quest’ultimo ha passato le redini del partito a Fabern, che si trova in queste ore a dover fare i conti con la sconfitta.

Il neo eletto primo ministro Briceno, il quinto a ricoprire tala carica dopo l’indipendenza dal Regno Unito, si troverà a dover fronteggiare un’economia da tempo affetta da una profonda stagnazione alla quale si è aggiunta, a causa della pandemia in corso, la crisi del settore turistico – principale motore di prosperità del Belize. La risposta del nuovo mandatario è racchiusa nel “Plan Belice, piano che mira a combattere l’epidemia Coronavirus e soprattutto a stimolare l’economia nei settori ritenuti prioritari, ovvero agricoltura e turismo. Frattanto, il Fondo Monetario Internazionale stimaper il Paese una caduta del PIL del 16%, una delle maggiori battute d’arresto registrate dal 1980.

 

 

 

[/et_pb_text][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section]

Giorgia D'Alba

Sono Giorgia e per IARI mi occupo di America Latina.
Nata a Lecce nel 1995, ho conseguito con il massimo dei voti prima la laurea triennale in Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali e successivamente la laurea magistrale in Scienze Internazionali presso l’Università di Torino. Ho studiato a Lisbona e a Buenos Aires ed ho partecipato ad un progetto di ricerca presso l’Istituto Sociale del Mercosur in Paraguay.

Latest from AMERICA LATINA