TRUMP: UNA NUOVA ARMA NUCLEARE SEGRETA?

[et_pb_section fb_built=”1″ _builder_version=”3.24.1″ custom_margin=”0px||” custom_padding=”0px||”][et_pb_row _builder_version=”3.25″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat” custom_margin=”0px||” custom_padding=”0px||”][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.25″ custom_padding=”|||” custom_padding__hover=”|||”][et_pb_text _builder_version=”4.5.4″ hover_enabled=”0″]

Il presidente Donald Trump ha dichiarato al giornalista Bob Woodward di aver supervisionato la creazione di un nuovo sistema di armi nucleari degli Stati Uniti.

[/et_pb_text][et_pb_code _builder_version=”4.5.4″ hover_enabled=”0″] style=”display:block; text-align:center;” data-ad-layout=”in-article” data-ad-format=”fluid” data-ad-client=”ca-pub-7315138348687543″ data-ad-slot=”8401026869″>[/et_pb_code][et_pb_text _builder_version=”4.5.4″ hover_enabled=”0″]

Il presidente ha infatti affermato: “Abbiamo cose di cui non avete mai visto o sentito parlare”.  Trump si è vantato dell’esistenza di un sistema di armi nucleari, presumibilmente segreto, in un’intervista per il nuovo libro di Bob Woodward, lo stesso giornalista che scoprì lo scandalo Watergate, che costrinse Nixon alle dimissioni dalla carica di presidente. “Rage” sarà il titolo della nuova opera di Woodward, di cui sono stati pubblicati degli estratti dal Washington Post. Trump ha menzionato tale sistema di armi nucleari mentre discuteva con il giornalista riguardo i rapporti tra Stati Uniti e Corea del Nord, facendo riferimento a quanto nel 2017 i due paesi abbiano rischiato una guerra nucleare. 

[/et_pb_text][et_pb_code _builder_version=”4.5.4″ hover_enabled=”0″] style=”display:block; text-align:center;” data-ad-layout=”in-article” data-ad-format=”fluid” data-ad-client=”ca-pub-7315138348687543″ data-ad-slot=”8401026869″>[/et_pb_code][et_pb_text _builder_version=”4.5.4″ hover_enabled=”0″]

“Abbiamo cose di cui Putin e Xi non hanno mai sentito parlare”, ha aggiunto Trump, riferendosi al presidente russo Vladimir Putin e al presidente cinese Xi Jinping. “Quello che abbiamo è incredibile”. Il libro di Woodward sostiene, inoltre, che fonti anonime abbiano poi confermato l’esistenza di nuovo sistema di armi, non fornendo, tuttavia, ulteriori dettagli e rimanendo sorpresi che Trump avesse divulgato la notizia, ha riferito il Post. Il Pentagono, da parte sua, ha dichiarato a The Hill di non avere un commento “su un libro che non è ancora stato pubblicato”. James Acton, co-direttore del programma di politica nucleare dell’Istituto Carnegie Endowment for International Peace, ha suggerito mercoledì che Trump potrebbe aver fatto riferimento alla controversa testata nucleare a basso rendimento lanciata da un sottomarino, la cui esistenza è nota, anche se i dettagli rimangono classificati.

[/et_pb_text][et_pb_code _builder_version=”4.5.4″ hover_enabled=”0″] style=”display:block; text-align:center;” data-ad-layout=”in-article” data-ad-format=”fluid” data-ad-client=”ca-pub-7315138348687543″ data-ad-slot=”8401026869″>[/et_pb_code][et_pb_text _builder_version=”4.5.4″ hover_enabled=”0″]

Anche in passato Trump si è vantato di aver supervisionato la creazione nuove armi, in realtà già note al pubblico, anche se questa volta è andato oltre, rivelando dettagli che in precedenza erano sconosciuti. A maggio, Trump ha comunicato l’esistenza di un missile “super-duper” – ossia “davvero superlativo” – che, secondo quanto da lui sostenuto, sarebbe stato in grado viaggiare 17 volte più veloce di qualsiasi altra arma presente nell’attuale arsenale americano. In realtà, ciò di cui Trump parlava era il test di un futuro razzo ipersonico e le informazioni che rilasciò a riguardo furono estremamente imprecise e criticate.

 

[/et_pb_text][et_pb_code _builder_version=”4.5.4″ hover_enabled=”0″] style=”display:block” data-ad-format=”autorelaxed” data-ad-client=”ca-pub-7315138348687543″ data-ad-slot=”3043690149″>[/et_pb_code][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section]

Latest from DAILY