TRUMP HA SOSTITUITO IL DIRETTORE DELLA SUA CAMPAGNA ELETTORALE

[et_pb_section fb_built=”1″ _builder_version=”3.24.1″ custom_margin=”0px||” custom_padding=”0px||”][et_pb_row _builder_version=”3.25″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat” custom_margin=”0px||” custom_padding=”0px||”][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.25″ custom_padding=”|||” custom_padding__hover=”|||”][et_pb_text _builder_version=”4.1″]

Trump, mercoledì, ha sostituito il capo della sua campagna elettorale Brad Parscale. La sostituzione di Brad Parscale con il signor Bill Stepien, prima vice-direttore della campagna, arriva in un momento buio per il presidente in termini di sondaggi.

[/et_pb_text][et_pb_code _builder_version=”4.1″ hover_enabled=”0″] style=”display:block; text-align:center;” data-ad-layout=”in-article” data-ad-format=”fluid” data-ad-client=”ca-pub-7315138348687543″ data-ad-slot=”8401026869″>[/et_pb_code][et_pb_text _builder_version=”4.1″ hover_enabled=”0″]

La scossa alla squadra di rielezione di Trump, avviene a meno di quattro mesi dal voto di novembre, alla luce dell’evidente discesa di Trump in quasi tutti i sondaggi pubblici. Il signor Parscale, che è stato nominato responsabile della campagna elettorale insolitamente presto, nel febbraio 2018, si ritirerà, e Bill Stepien, attualmente vice responsabile della campagna elettorale e veterano politico del GOP, prenderà il suo posto. Parscale continuerà a seguire la campagna, diventando un consulente senior per i dati e le operazioni digitali.

[/et_pb_text][et_pb_code _builder_version=”4.1″] style=”display:block; text-align:center;” data-ad-layout=”in-article” data-ad-format=”fluid” data-ad-client=”ca-pub-7315138348687543″ data-ad-slot=”8401026869″>[/et_pb_code][et_pb_text _builder_version=”4.1″]

La decisione arriva perché la posizione di vantaggio di Trump, risalente a prima della primavera si è erosa a fronte di una pandemia che ha ucciso più di 137.000 americani e danneggiato l’economia del paese – un tempo l’argomento vincente per la rielezione di Trump.  Il presidente è stato pesantemente criticato per la gestione dell’emergenza sanitaria e per la mancanza di una risposta chiara e univoca da parte del governo federale. Inoltre, a peggiorare la situazione sono state le dichiarazioni pubbliche del presidente, a volte considerate inappropriate.

[/et_pb_text][et_pb_code _builder_version=”4.1″] style=”display:block; text-align:center;” data-ad-layout=”in-article” data-ad-format=”fluid” data-ad-client=”ca-pub-7315138348687543″ data-ad-slot=”8401026869″>[/et_pb_code][et_pb_text _builder_version=”4.1″]

Diversi nuovi sondaggi pubblicati mercoledì hanno mostrato il candidato democratico Joseph R. Biden Jr., si trova ormai in vantaggio rispetto al presidente.  Inoltre, in un’altro sondaggio, il 62 per cento degli intervistati ha dichiarato di credere che Trump stesse “facendo male piuttosto che aiutare” gli sforzi per combattere la pandemia.

[/et_pb_text][et_pb_code _builder_version=”4.1″] style=”display:block” data-ad-format=”autorelaxed” data-ad-client=”ca-pub-7315138348687543″ data-ad-slot=”3043690149″>[/et_pb_code][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section]

Latest from DAILY