LA TENUTA DEL SISTEMA SANITARIO IN AFRICA, LA VERA SFIDA POLITICA ATTUALE

[et_pb_section fb_built=”1″ _builder_version=”3.24.1″ custom_margin=”0px||” custom_padding=”0px||”][et_pb_row _builder_version=”3.25″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat” custom_margin=”0px||” custom_padding=”0px||”][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.25″ custom_padding=”|||” custom_padding__hover=”|||”][et_pb_text _builder_version=”4.1″ hover_enabled=”0″]

Sebbene, almeno finora, l’Africa sembri essere stata relativamente risparmiata- ma sull’affidabilità dei dati raccolti dal continente c’è più di una perplessità- è chiaro che la vera sfida politica dei governanti, è la tenuta del sistema sanitario, che è stato sistematicamente negletto per decenni.

[/et_pb_text][et_pb_code _builder_version=”4.1″ hover_enabled=”0″] style=”display:block; text-align:center;” data-ad-layout=”in-article” data-ad-format=”fluid” data-ad-client=”ca-pub-7315138348687543″ data-ad-slot=”8401026869″>[/et_pb_code][et_pb_text _builder_version=”4.1″ hover_enabled=”0″]

Infatti, se le élite politiche hanno sempre avuto la possibilità di accedere a cure sanitarie di prim’ordine all’estero, la pandemia ha messo in luce la totale inadeguatezza delle risorse. Quando i Paesi del Primo mondo lamentano di non avere sufficienti ventilatori polmonari, il Centrafrica trema: qui i ventilatori polmonari sono solo tre, per circa cinque milioni di abitanti. La situazione è ugualmente tesa in Zimbabwe, dove medici e infermieri hanno iniziato lo sciopero generale a causa del mancato pagamento degli stipendi: a fronte degli annunciati 8 milioni che il governo aveva promesso di investire, consistenti anche in aumenti salariali per i dipendenti, costretti a turni massacranti e ad un rischio elevatissimo di contrarre l’infezione, gli operatori sanitari non ricevono alcun pagamento da Maggio e, se si ammalano, vengono puntualmente licenziati, impedendogli anche l’ingresso alle cure. Panorama non migliore in Sud- Africa, che attualmente vanta il numero più alto di casi in tutto il continente: a Pretoria, tuttavia, l’ingente debito pubblico- il Paese da anni rischia il default- non riesce a strutturare veri interventi atti a potenziare la sua sanità.

[/et_pb_text][et_pb_code _builder_version=”4.1″ hover_enabled=”0″] style=”display:block; text-align:center;” data-ad-layout=”in-article” data-ad-format=”fluid” data-ad-client=”ca-pub-7315138348687543″ data-ad-slot=”8401026869″>[/et_pb_code][et_pb_text _builder_version=”4.1″ hover_enabled=”0″]

È uno scenario che il popolo, rimasto silente per molto tempo, non riesce più a tollerare. Ecco perché i governanti dovrebbero seriamente pensare a riforme strutturali dei loro sistemi sanitari. L’accesso alle cure è uno dei Sustainable Development Goals ( il numero tre), previsto dall’Agenda ONU per il 2030, quello in cui l’ Africa fa ancora molta fatica a mettersi al passo con il resto del mondo. L’ Organizzazione Mondiale della Sanità ha più volte espresso la necessità per il continente di rivedere le proprie strutture di cure, stimando una spesa di almeno 400 milioni di dollari per portare il Servizio Sanitario ad un livello almeno sufficiente, perché in questo momento, essa verrebbe lasciata tristemente sola a fronteggiare la pandemia. Il Covid quindi, pone non soltanto una sfida sanitaria, ma anche e prima di tutto una sfida politica e sociale che va affrontata con armi massicce. Sarebbe un investimento di lungo periodo: in Africa, ogni anno, migliaia di persone sono spinte alla povertà estrema a causa delle spese sanitarie, e sono ancora presentino solo l’ AIDS e l’ebola ma anche malattie debellate da tempo in Europa come il morbillo o la poliomielite. Un’azione coordinata e decisa non è più rinviabile.

[/et_pb_text][et_pb_code _builder_version=”4.1″ hover_enabled=”0″] style=”display:block; text-align:center;” data-ad-layout=”in-article” data-ad-format=”fluid” data-ad-client=”ca-pub-7315138348687543″ data-ad-slot=”8401026869″>[/et_pb_code][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section]

Latest from AFRICA