La riforma del sistema elettorale russo

[et_pb_section fb_built=”1″ _builder_version=”3.22.3″][et_pb_row _builder_version=”3.22.3″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat”][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.0.47″][et_pb_text _builder_version=”3.0.74″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat”]

Il possibile aumento del numero di collegi elettorali a mandato unico per le elezioni della Duma di Stato porterà al fatto che la maggior parte dei nuovi eletti sarà proveniente da collegi appartenenti a regioni in cui vi è una costante protesta contro il partito che è al potere, nonché partito del Presidente Putin, ovvero Russia Unita.

Gli esperti dell’Istituto russo di studi sociali, economici e politici (ISEPI) hanno preparato una nota analitica su come un possibile cambiamento del sistema elettorale possa influenzare le prossime elezioni della Duma nel 2021. Stiamo parlando di un cambiamento secondo il quale i 225 deputati della Camera bassa dell’Assemblea federale, ovvero la Duma subirebbe un aumento del numero di deputati fino ad un numero di 337 e le dimensioni medie del collegio elettorale, ad eccezione delle piccole regioni, saranno ridotte da circa 500 mila elettori a 327 mila, secondo gli stessi esperti dell’ISEPS.

Gli autori della nota hanno suddiviso tutte le regioni russe in diverse categorie elettorali basate sulle proiezioni di voto che potrebbe avere Russia Unita, il partito del Presidente Putin.

Secondo l’ISEPS esistono quindi cinque categorie elettorali:

  • regioni specifiche di “mobilitazione elettorale” in favore di Russia Unita, per le prossime elezioni federali del 2021 (per un totale di 12 regioni, tra cui Bashkiria, Tatarstan, regione di Kemerovo; cinque di queste non ricevono collegi elettorali aggiuntivi);
  • regioni patriarcali-conservatrici, zone di voto altamente controllato in favore di Russia Unita (13 regioni in totale, tra cui il Territorio di Krasnodar, le regioni Belgorod, Leningrad, Lipetsk, Kursk, di cui una regione non riceve un distretto aggiuntivo);
  • regioni con un’elevata mobilitazione elettorale in favore di Russia Unita, ma con la possibile manifestazione di una tendenza negativa per il partito al potere entro il 2021 (per un totale di 15 regioni, comprese le regioni di Rostov, Nižnij Novgorod, Saratov, Volgograd; cinque di esse non ricevono distretti aggiuntivi);
  • zona di competizione per la Russia Unita, regioni con maggiore voto di protesta nel 2018-2019 (per un totale di 30 regioni, tra cui Mosca, Sverdlovsk, Chelyabinsk, Samara; di queste, dieci regioni non ricevono distretti aggiuntivi);
  • protesta costantemente le regioni per la Russia Unita (per un totale di 15 regioni, tra cui Mosca, San Pietroburgo, Regione di Irkutsk, Territorio di Khabarovsk; di cui due regioni non ricevono ulteriori distretti).

 

[/et_pb_text][et_pb_image src=”https://iari.site/wp-content/uploads/2019/12/1.jpg” admin_label=”banner dossier” _builder_version=”3.24.1″ locked=”off”][/et_pb_image][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section]

Latest from Flash News

La Russia, la Cina e "la Forza della Siberia"

[et_pb_section fb_built=”1″ _builder_version=”3.22.3″][et_pb_row _builder_version=”3.22.3″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat”][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.0.47″][et_pb_text _builder_version=”3.0.74″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat”] Forza della Siberia.

IL CONGO HA LE ORE CONTATE

[et_pb_section fb_built=”1″ _builder_version=”3.22.3″][et_pb_row _builder_version=”3.22.3″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat”][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.0.47″][et_pb_text _builder_version=”3.0.74″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat”] Lunedi 25 Novembre

MERKEL VS MACRON: L’UE HA BISOGNO DI UN ESERCITO EUROPEO?

[et_pb_section fb_built=”1″ _builder_version=”3.22.3″][et_pb_row _builder_version=”3.22.3″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat”][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.0.47″][et_pb_text _builder_version=”3.0.74″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat”] Hanno destato scalpore

Per preservare la propria immagine Ankara deve tenere a bada i ribelli dell’ESL

[et_pb_section fb_built=”1″ _builder_version=”3.22.3″][et_pb_row _builder_version=”3.22.3″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat”][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.0.47″][et_pb_text _builder_version=”3.0.74″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat”] A seguito dell’accordo

CRESCONO I VOLUMI SULLA ROTTA ARTICA

[et_pb_section fb_built=”1″ _builder_version=”3.22.3″][et_pb_row _builder_version=”3.22.3″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat”][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.0.47″][et_pb_text _builder_version=”3.0.74″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat”] Il riscaldamento climatico