TORNA LA GUERRA NEL DONBASS

Da mesi si parla di una possibile ripresa del conflitto nell’est ucraino, ma fra smentite e dubbie conferme, viene da chiedersi se, veramente, i principali contendenti, Mosca e Kiev, siano davvero disposti a rompere lo status quo

Voci di redazione

LA CALDA PRIMAVERA DEL DONBASS

Sul continente europeo è in corso una guerra da sette anni; iniziata esattamente il 6 aprile 2014, ad oggi non si intravede nessuna possibilità di una lunga e stabile soluzione al conflitto che ad oggi ha causato più di 15.000 morti. Con

LA RUSSIA E IL SUO NUOVO ESERCITO

Secondo il Ministero della Difesa russo gli Stati Uniti stanno conducendo un nuovo tipo di guerra contro Mosca, la quale potrebbe avere conseguenze nefaste per la prossima generazione. Ma perché da Washington giungono sempre voci e notizie circa una possibile guerra con

Laws & Right

L’IMPRONTA AMBIENTALE CINESE NEI BALCANI

Gli investimenti Cinesi nell’area dei Balcani si stanno rivelando altamente dannosi per quanto riguarda le emissioni di anidride carbonica e il loro conseguente impatto ambientale e sociale nella regione

SANZIONI UE-CINA: RELAZIONI A RISCHIO?

Le ripetute repressioni delle libertà fondamentali commesse dal governo cinese a danno della minoranza uigura dello Xinjiang, hanno spinto gli Stati europei a dare

Rotta verso l'artico

Radio America

IL PENTAGONO STRINGE I BULLONI DEL CONTENIMENTO INDO-PACIFICO DELLA CINA

Il Dipartimento della Difesa (DoD) adegua strategie e tattiche, dottrina e postura alla competizione strategica con la Repubblica Popolare Cinese (Rpc), rivedendo il posizionamento bellico per deterrere Pechino dallo scatenare lo scenario più fosco. Quello di una guerra combattuta nei mari cinesi, intorno a Taiwan. Dunque, “in trasferta”. Urge una revisione globale e regionale delle forze, secondo il nuovo concetto operativo avanzato di Dynamic Force Employment, tramite un ribilanciamento verso un nuovo baricentro: il Mar Cinese Meridionale

Eurasia

Middle East & North Africa

ISRAELE- SE IL “TRADIMENTO” HAREDI SUPPORTA L’ASCESA DEL SIONISMO RELIGIOSO

Elezioni in Israele: Religious Zionism e la sua matrice violenta Kahanista ottengono 6 seggi parlamentari, superando le aspettative elettorali grazie al sostegno dei giovani Haredim, parte dei quali ha tradito le aspettative dei propri rabbini. L’estremismo pare essere l’unico attore di spicco di questa ennesima tornata elettorale senza vincitori né vinti

QUALE FUTURO PER IL PROCESSO DI PACE LIBICO?

Questo mese ha segnato un passo importante per il processo di pace in Libia: il paese, dopo sette anni, ha visto formatosi il primo governo unitario. Tuttavia, la transizione democratica rimane fragile.

LIBIA: TUTTO MERITO DI WASHINGTON

Il ritorno ad una politica estera di stampo tradizionale da parte degli Stati Uniti può aver favorito – e favorisce ancora – la stabilità politica della Libia. Come? Attraverso il potenziamento dei satelliti USA

Geopolitica e Storia