LA SERPE IN SENO DELL’AMERICA LATINA SI CHIAMA BID

Dalla sua fondazione nel 1959 la Banca Interamericana di Sviluppo (BID) ha avuto sempre Presidenti latinoamericani. La presidenza Trump ha sovvertito per la prima volta quest’ordine proponendo uno statunitense alla sua guida: Mauricio Claver-Clarone.

Voci di redazione

LA LONGA MANO DI WASHINGTON SU KIEV

Una delle poche certezze della presidenza Trump è stata il totale disinteresse per quanto concerne la complicata situazione che coinvolge il Donbass da ormai 7 anni. La nuova amministrazione Biden, sembra non avere perso tempo nel riaprire una ferita che, se è

Laws & Right

Rotta verso l'artico

UN ARTICO PACIFICO CONVIENE A TUTTI

In un simposio virtuale organizzato dal Wilson Center, Cina, Giappone e Corea del Sud discutono con gli Stati Uniti su quanto sia necessario mantenere la regione artica libera da conflitti grazie ad un apparato cooperativo internazionale.

Radio America

IL CROCEVIA DELLE RELAZIONI STATI UNITI-CINA

La crisi finanziaria del 2007-2008 ha fortemente impattato sulle relazioni tra Stati Uniti e Cina, mettendone a nudo le contraddizioni ed incentivando certi processi politici. Vediamo come.

Eurasia

ATTIVISMO AMBIENTALE

Negli ultimi anni, c’è stato un notevole aumento dell’attivismo ambientale in Russia. Dalle proteste contro le

Middle East & North Africa

ALLARME TERRORISMO AD ERBIL, E GLI USA?

Il 15 Febbraio una serie di missili sono stati lanciati contro una base militare vicino all’aeroporto di Erbil, la capitale del Kurdistan Iracheno. La sede attaccata ospita le forze di coalizione internazionale guidate dagli USA che, dal 2005 ad oggi, aiutano a mantenere pacifici i rapporti tra lo Stato del Kurdistan e quello di Baghdad. I missili hanno ferito circa cinque persone, tra cui un militare USA, e ucciso un “contractor” civile, oltre a causare immensi danni alle strutture vicine. Erbil è considerata una delle città meno pericolose del Kurdistan;

PER L’ALGERIA VOGLIAMO UNO STATO CIVILE

Migliaia di persone sono scese in strada a Kherrata, cittadina a 300 chilometri dalla capitale Algeri, per protestare contro il presidente Abdelmajid Tebboune e per commemorare l’inizio delle proteste due anni fa contro l’ex presidente Abdelaziz Bouteflika.

Geopolitica e Storia