La Cina fra calo demografico e intelligenza artificiale

I progressi realizzati nel campo dell’intelligenza artificiale dal governo cinese, sul piano estero, potrebbero essere funzionali a vincere la competizione internazionale con gli Stati Uniti e, sul piano interno, a porre un freno al calo demografico che si è registrato negli ultimi

Eurasia

Radio America

Il dibattito strategico interno agli Stati Uniti sulla guerra russo-ucraina

Di fronte all’aggressione russa ai danni dell’Ucraina gli Stati Uniti e l’Occidente hanno risposto in modo unito e risoluto, sorprendendo il Cremlino. Ma il divenire del tempo e il crescente prezzo della guerra, in termini sia strategici che economici, hanno fatto riemergere in superfice i diversi interessi nazionali all’interno della Nato, la non sovrapponibilità tra gli obiettivi di Usa e Ucraina e le differenti linee di pensiero strategico all’interno della politica e degli apparati federali statunitensi. Gli isolazionisti trumpiani abbandonerebbero Kiev al proprio destino per concentrarsi sui problemi domestici e sulla Cina. L’influente ma minoritaria corrente realista, che ha in

RIMPAC 2022: il no a Taiwan raffredderà la tensione tra Usa e Cina?

Alla vigilia della 28a edizione di RIMPAC, esercitazione militare in programma nelle acque dell'Indo-Pacifico, Washington ha preferito invertire la rotta decidendo di non invitare Taiwan a partecipare alle esercitazioni. Il rischio sarebbe stato quello di rinfocolare le tensioni con Pechino e di inasprire le tensioni anche nel Mar Cinese Meridionale

AMERICA A MANO ARMATA

Mentre il trascorrere del tempo fa riemergere le spaccature all’interno della Nato sul conflitto russo-ucraino, trasformatosi in guerra d’attrito nel Donbas, gli Stati Uniti continuano a vivere una tempesta interna tra inflazione galoppante, prezzi della benzina alle stelle, record di morti per overdose di droghe ed escalation di vittime per sparatorie di massa. Malessere che potrebbe distrarne azioni ed attenzioni di politica estera e sottrarre consenso politico alla prosecuzione della guerra per procura contro Mosca. Nei prossimi mesi gli episodi di violenza o terrorismo domestico politicamente, etnicamente o razzialmente motivati da parte di estremisti e suprematisti bianchi indottrinati da teorie

L’Irlanda del Nord alla deriva

La situazione nordirlandese è sempre più tesa. Belfast dopo la Brexit è più lontana da Londra ma non ancora abbastanza vicina a Dublino. Johnson

edicola sudamericana

Laws & Right

Riconoscimento stati sovrani nella comunità internazionale

 In questo momento storico l’ombra di una nuova guerra mondiale incombe minacciosa sul pianeta. Ognuno, con ragioni e modalità diverse, tenta di screditare gli altri contendenti e di avvantaggiarsi economicamente ma non solo. Il fulcro della contesa è l’Ucraina e una delle ipotesi per la risoluzione del conflitto è la

Rotta verso l'artico

Middle East & North Africa

I compromessi dell’Occidente per le risorse del Medio Oriente

Con la crisi dovuta alla guerra in Ucraina, gli Stati Uniti e i Paesi europei si stanno rivolgendo ai Paesi del Medio Oriente alla ricerca di risorse energetiche aggiuntive. C’è dunque da chiedersi quanto lo scendere a patti con gli Stati OPEC possa causare ripercussioni sulle condizioni socioeconomiche e sulle relazioni internazionali future

Libia. Ritorno al passato 

Lo scorso 17 maggio Tripoli è stata, per l’ennesima volta negli ultimi anni, teatro di scontri armati. A fronteggiarsi, sono state le due fazioni che si contendono oggi il potere in Libia: quelle del Primo Ministro – riconosciuto dalle Nazioni Unite – Abdulhamid Ddeibah e quelle di Fathi Bashaga, nominato Premier dal Parlamento di Tobruk. Quanto accaduto non è di certo stato un evento inaspettato

Geopolitica e Storia